Che cibo si spreca?

Tanti ingredienti, tutti sprecati!

Che sia un frutto, un tubero o anche un pezzo di carne, non c’è genere alimentare che non venga sprecato: diventa quindi interessante capire quanto cibo sprechiamo in ogni categoria. Come puoi ben immaginare, frutta e verdura sono le più colpite: basta pensare che quasi la metà del totale di frutta, verdura, radici e tuberi viene sprecato lungo la filiera. Ma anche il pesce non se la passa tanto bene: quasi un terzo non ce la fa ad arrivare nel nostro piatto.


La quantità di cibo sprecato per categoria 

In tutto il mondo, sprechiamo 1.555 milioni di tonnellate di cibo l’anno (BCG, 2018). I numeri si fanno ancor più interessanti quando andiamo a scoprire quale categoria alimentare subisce maggiormente lo spreco, in relazione al totale del cibo sprecato.

  • Frutta e verdura: 644 milioni di tonnellate sprecate (42%)

  • Cereali: 347 milioni di tonnellate sprecate (22%)

  • Radici e tuberi: 275 milioni di tonnellate sprecate (18%)

  • Latte e derivati: 143 milioni di tonnellate sprecate (9%)

  • Carne: 74 milioni di tonnellate sprecate (5%)

  • Semi oleosi e legumi: 50 milioni di tonnellate sprecate (3%)

  • Pesce: 22 milioni di tonnellate sprecate (1%)


Le percentuali di cibo sprecato per categoria

Produciamo circa 4.678 milioni di tonnellate di cibo in tutto il mondo, ma ne sprechiamo un terzo ogni anno (BCG, 2018). Su questi numeri, diventa interessante capire quanto cibo viene prodotto per ogni categoria e quanto di questa produzione finisce nella spazzatura (FAO & National Geographic, 2016). Qui i dati dimostrano che quasi la metà del totale di frutta, verdura, radici e tuberi prodotti viene sprecato lungo la filiera.

  • Frutta e verdura: 1.400 milioni di tonnellate prodotte ( il 46% viene sprecato)

  • Cereali: 1.197 milioni di tonnellate prodotte (il 29% viene sprecato)

  • Radici e tuberi: 598 milioni di tonnellate prodotte (il 46% viene sprecato)

  • Latticini: 841 milioni di tonnellate prodotte (il 17% viene sprecato)

  • Carne: 352 milioni di tonnellate prodotte (il 21% viene sprecato)

  • Semi oleosi e legumi: 227 milioni di tonnellate prodotte (il 22% viene sprecato)

  • Pesce e frutti di mare: 63 milioni di tonnellate prodotte (il 35% viene sprecato)


Lo spreco alimentare in ogni categoria, nel dettaglio

Ora che sappiamo quanto cibo viene prodotto e quanto ne viene sprecato in ogni categoria alimentare, possiamo entrare più nel dettaglio delle statistiche, delle possibili motivazioni di tanto spreco e dei dati afferenti alle diverse regioni del mondo. Tutti i grafici sono stati prodotti a partire dai dati forniti da BCG e FAO & National Geographic. 


Frutta e verdura

  • Solo nelle case europee, si sprecano più di 17 miliardi di chili di frutta e verdura fresca l’anno - 35,3 kg a persona, di cui 14,2 kg sono evitabili. In media, il 29% di frutta e verdura acquistata per il consumo domestico viene sprecata (De Laurentiis et al., 2018) 

  • Ogni anno, circa 50 milioni di tonnellate di frutta e verdura coltivata in Europa viene scartata per non conformità estetiche come la taglia - il che significa che un terzo del raccolto non arriva sugli scaffali dei supermercati (Università di Edinburgo, 2018) 

  • Circa due quinti del totale di frutta e verdura vengono sprecati perché i prodotti sono considerati “brutti” (The Guardian, 2013)


Pomodori: in Australia, quasi il 90% dei pomodori commestibili vengono scartati solo in base al loro aspetto (The Guardian, 2017), mentre solo nel Regno Unito, ogni giorno, ne vengono gettati 1,2 milioni (WRAP, 2018) 

Banane: un recente studio condotto in Svezia ha dimostrato che le banane sono il frutto più scartato nei supermercati a causa delle macchie, degli ammaccamenti e dell’annerimento (Mattsson et al., 2018). Ogni giorno, nel Regno Unito, vengono gettate circa 1,4 milioni di banane (The Guardian, 2017).

Mele: si stima che ogni anno e in tutto il mondo si sprechino l'equivalente di circa 3,7 trilioni di mele (FAO, 2012)