4 domande a... Marco Bianchi

a month ago

Marco Bianchi, food mentor e divulgatore scientifico per la Fondazione Veronesi, ha condiviso con noi il suo punto di vista sullo spreco alimentare, sul perché è importante informarsi e soprattutto perché ogni giorno è fondamentale contrastarlo in cucina.

All’interno delle tue attività di informazione, sottolinei molto l’importanza di conoscere bene cosa mangiamo, i valori nutrizionali degli alimenti e la loro stagionalità. Quali sono secondo te i pilastri di un’alimentazione sana (e sostenibile)?

Oggi giorno vertono sempre e comunque su quella che è la nostra piramide alimentare della dieta mediterranea. Ancora più di ieri, oggi sono necessarie le proteine vegetali. Bisogna imparare a ridurre le proteine animali, e ciò non vuol dire diventare per forza vegani, ma proprio imparare a mangiarne di meno con consapevolezza e con gusto. Assolutamente necessari sono anche i cereali, i legumi, la frutta secca e credo che dobbiamo imparare a usare sempre di più prodotti nostrani, non per forza a km 0 ma coltivati sul nostro territorio nazionale.

Lo spreco alimentare sta diventando un problema sempre più rilevante, spiegaci brevemente perché secondo te è importante informarsi e contrastarlo.

Semplicemente perché oggi giorno possiamo sprecare meno cibo possibile: innanzitutto abbiamo la possibilità di sfruttare figure come la mia o come quella di miei colleghi, che quotidianamente danno informazioni e aiuto su come sprecare meno cibo. È bello per me impegnarsi ed essere più consapevoli di come si usa il cibo. È importante informarsi perché i dati ci confermano purtroppo ogni giorno quanto il nostro ambiente sia inquinato. Prima e più ci impegniamo a trattarlo bene e a trattarci bene, meglio staremo. È fondamentale anche che gli adulti siano più attenti e sensibili, e soprattutto più responsabili nell’insegnare ai bambini come prendersi cura dell’ambiente. È un processo che deve partire dalle famiglie e coinvolgere tutti anche a più alto livello per trasmettere una sensibilità maggiore ai più piccoli nei confronti della natura.

In cucina c’è un passaggio o una particolare preparazione che ti porta a sprecare di più? Se sì, come hai cercato di prevenire gli sprechi?

Tendenzialmente no, perché pian piano l’esperienza mi ha portato ad essere più attento. Ad esempio, ho imparato come cucinare tutte le parti del cavolfiore, tranne forse quella del fondo, che è molto dura. Le foglie o la parte interna possono essere frullate una volta cotta. Di norma, cucino anche ingredienti che so già come preparare in maniera veloce e semplice, senza buttare via niente. Per esempio, non amo cucinare il carciofo: è un alimento che può essere anche utilizzato in tutte le sue parti, dalle foglie al gambo, ma preferisco evitarlo perché (ahimè) sono molto pigro e non riesco a seguire tutti i passaggi di pulizia e cottura. Al contrario, cucino molto gli asparagi perché si possono utilizzare interamente per diverse ricette come vellutate o brodi aromatizzati, oppure con le punte si possono preparare ottimi risotti o paste.

Quali sono in generale le azioni contro lo spreco che applichi di più nella tua cucina e che i nostri lettori potrebbero a loro volta praticare e trovare di ispirazione.

Le azioni che applico sono legate tutte a una spesa consapevole: cerco di acquistare prodotti che non mi permettono di sprecare. Tutto parte dalla spesa, è inutile comprare prodotti che si sa già che non verranno utilizzati o che non si sa come preparare. È importante imparare a fare una spesa consapevole, magari anche pianificando a grandi linee i pasti settimanali, in modo tale da poter pensare a quali ingredienti cucinare e per quali ricette. Ad esempio, con gli spinacini novelli si possono preparare insalate, frittate o fare un pesto con del caprino. Anche il radicchio si può usare fresco, piastrato, in un risotto. Per quanto riguarda cibi freschi, compro meno ma più spesso, ordinando i prodotti da alcune cascine milanesi.

Francesco Ciavaglioli
Content Specialist_IT_MKT

Unisciti al movimento dell'anti-spreco!

Comincia subito ad acquistare le tue Magic Box!
Qui il download:

App Store
Google Play