4 Domande a... Lisa Casali

3 months ago

L’attivista e green influencer Lisa Casali ci spiega le fondamenta della sua filosofia e cucina antispreco.

1) Lo spreco alimentare sta diventando un problema sempre più rilevante, spiegaci brevemente perchè secondo te è importante informarsi e contrastarlo.

La popolazione mondiale è in costante e vertiginoso aumento. Gran parte delle terre coltivabili è già ampiamente sfruttata e nonostante si lavori per aumentarne la produttività difficilmente questa terrà il passo con l'aumento della domanda. Parte di queste terre sta poi andando incontro a fenomeni di erosione e desertificazione per cui in futuro potrebbero essere anche meno o comunque essere più costoso coltivarle. Per queste ragioni è fondamentale sfruttare al meglio quello che abbiamo e non sprecarne nulla, nel campo così come nelle nostre case. In Italia abbiamo una legge all'avanguardia per contrastare gli sprechi e favorire il dono: la Legge Gadda 166/2016. Quello che facciamo nelle nostre case dipende però solo da noi e non c'è nessuna legge che può costringerci a cambiare abitudini e sprecare meno cibo. Dipende solo da noi e dai nostri comportamenti quotidiani.

2) Perché secondo te è una problematica importante da affrontare anche e in particolare durante questa situazione di emergenza?

Ora che siamo tutti costretti in casa ci sono notevoli ripercussioni su più livelli. Da un lato ci sono meno lavoratori nei campi, è più difficile trasportare il cibo e farlo arrivare nei supermercati, ci sono meno operatori nella raccolta e smaltimento dei rifiuti, noi stessi dobbiamo limitare il più possibile le uscite per fare la spesa ottimizzando i nostri consumi e quello che abbiamo in casa. Penso che questo periodo costituisca un'opportunità per tutti per mettere in discussione il proprio stile di vita, liberarsi della scusa "NON HO TEMPO" e sperimentare un utilizzo più razionale del cibo.

3) In cucina c’è un passaggio o una particolare preparazione che ti porta a sprecare di più? Se sì, come hai cercato di prevenire gli sprechi?

Gran parte dei libri di cucina, i programmi televisivi, le riviste sul cibo continuano a insegnare e professare un utilizzo degli ingredienti obsoleto in cui si utilizzano solo le parti considerate più nobili e si scarta tutto il resto. Dal mio punto di vista è un modo di cucinare del passato, di quando non ci si poneva il problema di mandare a smaltimento il 50% di frutta e ortaggi acquistati. Oggi abbiamo le evidenze scientifiche che quelle parti come bucce, gambi, foglie sono in realtà nettamente più ricche di vitamine e fibre rispetto alle parti che solitamente consumiamo e che pertanto è importante imparare a utilizzarle. Da più di dieci anni porto avanti esperimenti in questo ambito e posso affermare con certezza che le parti commestibili di frutta e ortaggi sono decisamente superiori a quelle ufficiali e che tali parti possono regalare grandissime soddisfazioni economiche, ambientali e per la nostra salute e benessere.


4) Quali sono in generale le azioni contro lo spreco che applichi di più nella tua cucina e che i nostri lettori potrebbero a loro volta praticare e trovare di ispirazione.

Quando faccio la spesa dò la priorità agli ingredienti indispensabili come ortaggi, frutta, cereali, legumi e semi oleosi. Evito di fare scorte e compro solo quello che sono certa mangerò nella settimana. Rispetto a frutta e ortaggi utilizzo prima quegli ingredienti e soprattutto quelle parti che deperiscono prima: ad esempio le foglie esterne del cavolfiore o della lattuga, i ciuffi verdi del finocchio, le foglie del broccolo. Pianifico il più possibile il menu della settimana per essere certa di usare quello che ho in casa nel momento migliore e prima che scada. Grazie a questo lavoro di pianificazione a cui dedico non più di 20 minuti a settimana non faccio alcuna fatica durante la settimana per decidere cosa cucinare o per trovare un'idea per cena. Non si tratta di uno schema rigido che non si può sgarrare ma una pianificazione di riferimento che ha lo scopo di semplificarti la vita e non il contrario. Come effetto collaterale permette di risparmiare e riduce senza dubbio gli sprechi alimentari.

Francesco Ciavaglioli
Content Specialist

Unisciti al movimento dell'anti-spreco!

Comincia subito ad acquistare le tue Magic Box!
Qui il download:

App Store
Google Play