Una Pasqua a zero spreco

2 months ago

La Pasqua si avvicina e quest’anno sarà una giornata ancora più particolare: molti di noi non potranno passare il pranzo a tavola con tutta la famiglia, ma dovranno riadattare le loro tradizioni secondo le regole di buon senso imposte da questa situazione di emergenza.

Da una parte, la corsa ai supermercati ha portato al conseguente aumento dello spreco domestico e dall’altra è diventato sempre più evidente il problema dell’accesso al cibo per le fasce più deboli della popolazione.

Anche noi nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa: il pranzo di Pasqua quest’anno può essere il primo o uno dei tanti passi verso una maggiore sostenibilità e consapevolezza nei consumi. Qui trovate i nostri consigli.

  1. Non è il momento di ricercare l’esotico: sia per una difficoltà maggiore nel reperire merci dall’estero in queste settimane, sia per i motivi di sostenibilità ambientale che valgono sempre. Utilizza ingredienti locali e possibilmente di stagione. Qualche suggerimento? Come dolce puoi preparare un’ottima torta di mele, oppure iniziano a essere disponibili le prime fragole, ottime anche da sole. Tra le verdure, è la stagione degli asparagi, dei cipollotti e delle fave.

Vuoi preparare una torta salata? Oltre alla classica pasqualina, ci sono diverse ricette proprio con asparagi e cipollotti. Attenzione con le porzioni: ricordati di calibrare bene le dosi degli ingredienti. Se esageri, non disperare! Taglia a cubetti le fette rimaste e falle riscaldare in forno per 5-10 minuti… sarà un ottimo aperitivo per il pranzo di Pasquetta!

  1. Più volte abbiamo sottolineato l’importanza di una spesa oculata, qui e qui abbiamo spiegato perché conoscere bene il proprio frigorifero e il freezer fosse di fondamentale importanza per abbattere gli sprechi. In questo momento è più che mai fondamentale pianificare bene sia cosa si vuole preparare per il pranzo pasquale, sia per i giorni successivi e conservare il tutto in modo corretto. Dato che è probabile che a Pasqua preparerai un po’ più del solito, adibisci già in anticipo una parte del tuo frigorifero per gli avanzi già cotti che avanzerai dai pasti: è necessario infatti che alimenti crudi e cotti non siano conservati nella stessa area. Il motivo è lo stesso per cui non appena si finisce di mangiare, si ripongono gli avanzi in frigorifero: così facendo si cerca di evitare, grazie alle basse temperature, la crescita di microbi e di rallentare quindi la degradazione del piatto. Gli alimenti crudi d’altro canto potrebbero contaminare con i loro microrganismi del cibo che non verrà trattato ulteriormente prima di essere mangiato.

  2. Ci sono degli ingredienti che più degli altri tendiamo ad avanzare durante pranzi e cene, che dimentichiamo in frigorifero o in dispensa, salvo poi buttarli perché andati a male o scaduti. Approfittiamo del maggiore tempo che abbiamo a disposizione per includerli nel nostro menu di Pasqua! Qualche veloce suggerimento: c’è sempre la fetta di pane che avanza, sola e destinata al cestino. Salvala e dopo averla abbrustolita, un goccio d’olio e pomodorini ed ecco una buonissima bruschetta. Ti sono rimasti una patata, due zucchine, un pomodoro e un peperone? Prepara una ratatouille di verdure come contorno, basta tagliare tutto a fettine e cuocere lentamente in padella con olio e sale, aggiungendo un po’ d’acqua quando il preparato inizia ad asciugarsi troppo. Se vuoi portare la sfida al next level, qui ti abbiamo presentato 5 libri anti spreco, con approfondimenti, consigli e ricette per riconvertire gli avanzi, utilizzare ciò che è rimasto in dispensa e prendere spunto per piatti gustosi zero waste.

Infine, ti segnaliamo che in tutta Italia sono attive diverse iniziative di spesa sospesa: comprare alimenti anche per chi in questo momento ha difficoltà ad accedere al cibo è sicuramente uno dei modi più sicuri e utili per rimanere distanti, ma comunque vicini.

Francesco Ciavaglioli
Content Specialist_IT_MKT

Unisciti al movimento dell'anti-spreco!

Comincia subito ad acquistare le tue Magic Box!
Qui il download:

App Store
Google Play